Apparecchio fisso: manuale di sopravvivenza

Apparecchio fisso: 5 consigli pratici per sopravvivere!

Ecco i 5 consigli pratici, applicabili subito, per azzerare la possibilità che i denti si danneggino con l’apparecchio fisso e per aiutarti a superare le difficoltà iniziali.

Primo: Igiene

Il punto critico è l’igiene: come si usa lo spazzolino con l’apparecchio fisso? La cosa migliore da fare, secondo me, è dividere mentalmente in due i denti, una parte tra la gengiva e l’apparecchio, l’altra tra l’apparecchio e il resto del dente [immagine]. Quindi passa lo spazzolino prima sopra e poi sotto per avere una pulizia completa.

Per ridurre a zero il rischio di carie bisogna eliminare completamente i residui di cibo e la placca batterica che si accumulano più facilmente intorno alle piastrine, facendo anche ingiallire i denti. Dove non arriva lo spazzolino, usa lo scovolino.

Attenzione anche alle bevande gasate, zuccherate o acide. Evita di sorseggiarle fuori pasto in modo continuativo durante la giornata. Questo, tra l’altro, vale anche se non hai l’apparecchio. Perché alla lunga si può demineralizzare lo smalto, che tende a sgretolarsi come un grissino.

Gli strumenti specifici per tenere puliti i denti con l’apparecchio sono: le testine ortodontiche per lo spazzolino elettrico, lo spazzolino ortodontico, la cui setole al centro sono più corte e lo scovolino.

Secondo: il dolore.

Se i denti fanno male? Nel piccolo spazio che c’è tra la radice del dente e l’osso si accumulano le sostanze che rimodellano l’osso -ed è così che l’apparecchio sposta i denti- ma provocano indolenzimento.
Per far passare il fastidio si possono fare due cose: prendere un antidolorifico , sempre sotto il controllo del dentista o del medico, oppure masticare lentamente e a fondo mollica di pane: questa ginnastica fa uscire le sostanze che provocano il dolore.

Terzo: decubiti delle mucose.

All’ interno delle guance, per lo strofinamento contro l’apparecchio, si possono formare delle piccole lesioni, a volte dolorose.
Tendono a scomparire con il tempo perché la mucosa si rinforza e ci si fa l’abitudine. In farmacia vendono delle scatolette di cera ortodontica, basta prenderne un pezzettino, farne una pallina e appiccicarla sull’apparecchio dove da fastidio per avere sollievo.
Anche i collutori per le afte possono aiutare a superare la fase acuta.

Quarto: il distacco delle piastrine.

Le piastrine dell’apparecchio si possono staccare se mastichi qualcosa di troppo duro. La colla che le tiene attaccate al dente è progettata apposta per staccarsi facilmente, ed evitare di danneggiare lo smalto quando si toglierà l’apparecchio.
Se dovesse staccarsi una piastrina non preoccuparti: non è niente di grave. Chiama il tuo dentista e informalo.

Quinto: la mobilità dei denti.

Non preoccuparti se i denti diventano più “mobili” del solito. E’ normale ed è uno dei motivi per cui, appena tolto l’apparecchio, serve un dispositivo di contenzione.

Il consiglio più importante

Non preoccuparti del tuo sorriso con l’apparecchio fisso. Chi ti vuole bene senza, ti vorrà bene anche con l’apparecchio. In caso contrario… è meglio saperlo!

 

Papà di Sergio e Rafael. Aiuto le persone a ritrovare il loro sorriso, sfruttando la tecnologia degli apparecchi ortodontici.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi