Morso coperto

Il morso coperto: esiste una relazione tra malocclusione, mal di testa e dolori cervicali?

Prendi uno specchio e guarda come chiudono i tuoi denti. Vedi bene anche quelli di sotto?
Se non li vedi, perché sono nascosti dai denti di sopra, forse hai il morso coperto, una malocclusione diffusa, da non sottovalutare perché non si limita a creare problemi ai denti.

Correggere il morso coperto non migliora solo i denti, ma è un buon modo di salvaguardare la salute e la qualità di vita.

6 motivi per cui conviene correre ai ripari

  1. Gli incisivi, in particolare gli inferiori, si consumano più velocemente perchè sono sottoposti ad un trauma continuo.
  2. Quando i denti anteriori toccano troppo, la mandibola arretra per riflesso. Coma la mano quando tocchi un oggetto troppo caldo e quindi i muscoli che la trattengono sono sempre contratti. Accumulano acido lattico e sono dolenti.
  3. Tra questi, il muscolo temporale agisce come una mano che comprime la testa 24 ore su 24. Infatti correggere il morso coperto aiuta a ridurre un buon numero di cefalee tensive (mal testa).
  4. La mandibola, spinta indietro, comprime le proprie articolazioni provocando un cambiamento nella sua struttura che è all’origine degli schiocchi che puoi sentire quando apri o chiudi la bocca (Incoordinazione condilo meniscale).
  5. Il morso coperto influenza anche la postura: la testa tende a stare in avanti per ridurre il trauma agli incisivi, ma così i muscoli del collo e delle spalle si sforzano troppo. Il risultato sono i dolori alla cervicale.
  6. Infine, ti sei mai chiesto perché alcuni atleti, o piloti, prima di una gara indossano un bite, un dispositivo per equilibrare l’occlusione?
    Il morso coperto impedisce al cervello di esprimere al 100% la forza muscolare. Il motivo è che quando si compie uno sforzo importante, istintivamente stringiamo i denti.
    Il contatto eccessivo e potenzialmente dannoso degli incisivi genera un segnale di allarme, e il cervello riduce la contrazione dei muscoli, abbassando la frequenza di attivazione nervosa muscolare a livello centrale.

Da tutto questo puoi dedurre che è conveniente correggere questa malocclusione, che normalmente si può risolvere anche in età adulta sia con apparecchi mobili, sia fissi, e anche con l’ortodonzia invisibile.

 

Papà di Sergio e Rafael. Aiuto le persone a ritrovare il loro sorriso, sfruttando la tecnologia degli apparecchi ortodontici.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi