fbpx

Come togliere un dente da latte? Istruzioni passo passo

Solo il dentista dovrebbe togliere i denti da latte. Però le situazioni urgenti possono capitare e a questo punto preferisco che circoli un’informazione corretta, ecco perché ti faccio vedere passo passo come lo fa un dentista, non è per incoraggiarti a farlo.

Se tuo figlio ha male perché dondola un dente, e giocandoci da solo non casca, chiama il dentista.

Quando si può togliere?

Non subito! non quando ha appena iniziato a dondolare, conviene aspettare fino a quando, muovendolo un po’, non compare un piccolo spazio tra il dente e la gengiva. Questo è segno che il dente definitivo che sta spuntando ha consumato tutta la radice del dente da latte.

In questa fase il bambino può avere fastidio primo perché i margini del dente da latte sono diventati taglienti e poi perché nella fessura tra dente e gengiva entra la placca che genera  infiammazione.

Combattere il dolore da infiammazione

La cosa più saggia da fare è combattere l’infiammazione, non estrarre il dente. In questo modo si riduce il fastidio e si guadagna tempo per andare dal proprio dentista di fiducia e lo puoi fare in 3 modi:

  • Se non hai del gelato in freezer, tieni un cubetto di ghiaccio sulla gengiva vicino al dente.
  • Tieni pulito e disinfettato, di solito i bimbi fanno il giro largo con lo spazzolino vicino al dente che fa male, però la placca sostiene l’infiammazione. Delicatamente si può passare lo spazzolino e usare il collutorio con clorexidina, senza mandarlo giù.
  • Puoi usare il dentinale, che trovi in farmacia, ed è un anestetico naturale ricavato da un’alga.

Procedura passo passo (come lo fa il dentista)

  1. Controlla che il dente abbia davvero bisogno di un aiuto per cascare. Se c’è ancora una parte di radice che non si è riassorbita è meglio evitare di toglierlo a casa perché si può rompere e restare nella gengiva e poi perché in questo caso senza anestesia fa davvero male.Se invece, toccandolo piano, ci si rende conto che le radici non ci sono più ed il dente è tenuto solo dalla gengiva, si può procedere spiegando per prima cosa al bimbo punto per punto le fasi della raccolta del dente.
  2. Le parole sono importanti. Il tono di voce calmo è importante. Il dentino da latte non si toglie, non si tira, non si strappa… si raccoglie per il topolino o la fatina dei denti.
  3. Si preparano una o due garze sterili e i guanti monouso.
  4. Si illumina bene la zona, non si lavora al buio!
  5. Si disinfetta la zona con del gel o spray con clorexidina per un minuto.
  6. Si raffredda la gengiva perché il freddo anestetizza, in studio si usa questo spray, ma va anche bene un cubetto piccolo di ghiaccio.
  7. Si fa compiere rapidamente al dente un movimento di torsione (vedi video a inizio pagina).
    Non si tira il dente verso il basso. lo si fa ruotare spingendolo, non serve stringere forte il dente, basta agganciarlo nella fessura tra dente e gengiva e spingerlo nella direzione opposta.
Direzione di spinta
in genere, per i molaretti si spinge dall’esterno verso l’interno mentre per canini e incisivi dall’interno verso l’esterno, attenzione che gli incisivi inferiori hanno spesso un residuo di radice e in questo caso non si deve togliere.
Attenzione!
Bisogna fare attenzione a non far ingoiare il dente, o peggio farlo andare nel tratto respiratorio, se succede bisogna andare in pronto soccorso (un dente nell’apparato respiratorio può portare a conseguenze molto serie). Ecco perché conviene mettere le dita dietro il dente (vedi video).

Cosa fare dopo

Appena il dente è venuto via è probabile che ci sia un sanguinamento apparentemente abbondante e questo è dovuto all’infiammazione e non ci si deve spaventare.
Per far smettere di sanguinare prendi la garza sterile, la pieghi in modo che appoggi solo sulla ferita e non sugli altri denti e la fai mordere stretta per 15-20 minuti, poi la togli e controlli che abbia smesso di sanguinare.

Se fai sciacquare il sanguinamento continua più a lungo, per cui concedi al massimo uno sciacquo.

Il mio consiglio è di evitare il fai da te, meglio andare dal dentista che ha la preparazione, l’attrezzatura e l’ambiente giusto.

La cosa più importante

Lava e disinfetta in amuchina il dentino da latte, e preparalo per il topolino o la fatina dei denti che lo scambieranno per un soldino.
Questo non è un dettaglio, è la parte essenziale, la parte magica dell’esperienza che puoi regalare a tuo figlio.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi